A partire da ottobre 2019, i turisti stranieri potranno visitare San Pietroburgo con un visto elettronico. Tuttavia, gli esperti di viaggi internazionali affermano che la Russia deve impegnarsi maggiormente per attirare nuovi turisti in Russia.

In questo articolo, discuteremo cosa sia un visto elettronico per San Pietroburgo e chi può ottenerlo.

Che cos’è un visto elettronico?

Nel 2017, il sindaco di San Pietroburgo ha avuto l’idea di semplificare il regime dei visti per la città. Si è avvicinato al presidente Vladimir Putin nel 2017 e ha proposto l’introduzione del visto elettronico, così come un regime di esenzione dal visto per coloro che volano a San Pietroburgo e vi soggiornano per 72 ore.

All’epoca dei Campionati mondiali di calcio, che si sono svolti in Russia, l’esperienza di Fan-ID ha dimostrato che un regime di visti semplificato potrebbe portare più turisti. Rispetto ai visti turistici ordinari, il Fan-ID è stato molto più facile da ottenere e ha finito per essere una decisione di successo del governo russo, che ha portato un sacco di entrate per il paese.

Il nuovo sindaco di San Pietroburgo, Aleksandr Beglov, si è nuovamente avvicinato al presidente Putin con l’idea di introdurre un visto elettronico per la città. Vladimir Putin ha firmato il documento sull’introduzione del visto elettronico per San Pietroburgo e la regione di Leningradskaya a partire dal 1° ottobre 2019. Il documento è stato pubblicato sul sito ufficiale il 19 luglio.

Di seguito è riportata una traduzione del decreto:

“Per stabilire che dal 1° ottobre 2019, l’ingresso nella Federazione Russa e la partenza dalla Federazione Russa di cittadini stranieri attraverso i posti di controllo attraverso il confine di Stato della Federazione Russa, che si trova sul territorio di San Pietroburgo e le regioni aderenti, può essere fatto sulla base di normali visti d’affari, turistici e umanitari in forma elettronica”.

Il documento dice che a partire dal 1° ottobre 2019 i cittadini di alcuni stati stranieri potranno entrare a San Pietroburgo e nella regione di Leningradskaya (che aderisce alla città) con un visto elettronico.

Come portare un E-visa a San Pietroburgo?

Il visto elettronico per San Pietroburgo può essere ottenuto per un periodo massimo di 30 giorni, con un periodo massimo consentito di soggiorno nel paese è di 8 giorni. Il visto elettronico non è soggetto a diritti consolari.

Per ottenere un visto elettronico, dovrete seguire questi passi:

  1. Assicuratevi di essere idonei per il regime dei visti elettronici
  2. Pianifica accuratamente il tuo percorso – dovrai indicare gli hotel in cui soggiornerai e altre informazioni specifiche durante la compilazione della domanda di visto.
  3. Compila il modulo di domanda online – deve essere compilato al più tardi 4 giorni prima della data prevista per l’ingresso nel territorio della Federazione Russa.

Dove altro posso andare con un visto elettronico?

Il regime dei visti elettronici esiste dall’agosto 2018 nell’Estremo Oriente russo (Vladivostok) e dal 1° luglio 2019 – nella regione di Kaliningrad.

Chi può ottenere un visto elettronico per la Russia?

Il numero di paesi, i cui cittadini possono beneficiare del regime del visto elettronico, varia a seconda della regione della vostra visita. Per l’E-visa a Vladivostok (Estremo Oriente), sono ammissibili solo i cittadini di 18 paesi. Alcuni dei paesi sono l’India, il Qatar, la Cina, il Marocco, il Messico e gli Emirati Arabi Uniti. I cittadini di 53 paesi possono visitare la regione di Kaliningrad con un visto elettronico.

Per quanto riguarda i paesi i cui cittadini possono entrare a San Pietroburgo con un visto elettronico, non è stato ancora deciso. Il governo russo deve decidere l’elenco dei paesi ammissibili fino al 1° ottobre. Molti esperti dicono che se l’Europa occidentale, gli Stati Uniti e la Cina saranno inclusi in questa lista sarà una grande vittoria per il turismo russo.

In che modo l’introduzione dei visti elettronici influirà su San Pietroburgo?

San Pietroburgo
Un simbolo classico delle Notti Bianche di San Pietroburgo – una romantica vista sul ponte aperto del Palazzo, che si estende tra – la guglia della Fortezza di Pietro e Paolo.

Secondo la previsione dell’Associazione russa dei tour operator, l’introduzione di visti elettronici potrebbe aumentare il numero di turisti in visita a San Pietroburgo del 20-25 per cento. L’aumento arriverà principalmente dai viaggiatori indipendenti, dagli ospiti dei paesi vicini che verrebbero a visitare la città per un fine settimana, e dai turisti dei paesi europei che hanno comode rotte aeree.

Il responsabile del Comitato per lo sviluppo del turismo, Evgeniy Pankevich, non ha potuto dare un’idea di come l’introduzione dei visti elettronici avrà un impatto sulla città e ha promesso di fornire ulteriori dettagli in seguito. Altre approssimazioni dicono che San Pietroburgo può aspettarsi un aumento del turismo di almeno il 30%.

A partire da questo momento, i funzionari non sono sicuri del numero attuale di turisti che hanno visitato San Pietroburgo nel 2018. Un funzionario ha dichiarato prima che 8,2 milioni di turisti hanno visitato la città nel 2018. Dopo i cambiamenti nella metodologia di conteggio dei turisti, il numero è salito a 15 milioni.

Gli operatori turistici di San Pietroburgo dicono che l’introduzione del visto elettronico è una rivoluzione. Un proprietario di un hotel dice: “Con l’introduzione di e-visas, stiamo aiutando il viaggiatore indipendente ad arrivare in Russia senza dover passare attraverso l’inferno beaurocratico. Secondo l’esperienza di altri paesi, il numero di turisti che visitano la città potrebbe potenzialmente aumentare del 100% in tre-cinque anni”.

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5.00 out of 5)
Loading...